05. Gli Articoli della Casa di Marte

Spiritualità – Anime Compagne e Gruppi Karmici

Da più parti nuovi e antichi studi in tema di spiritualità sostengono che l’anima prima di incarnarsi decide in che modo necessita di evolversi: sceglie innanzitutto il tipo di esperienza che le può servire per questo fine, per portare a compimento un obiettivo sempre volto all’evoluzione tanto personale quanto gruppale e globale, sceglie il tipo di vita in cui incarnarsi, il tipo di corpo, il tipo di esperienze, di problemi, di dinamiche irrisolte da superare e portare a compimento, sceglie persino il proprio nome, infine sceglie le anime con cui potrà sperimentare e crescere durante il viaggio della vita.
La scelta inizia con i genitori, i primi amici e adulti di riferimento dell’infanzia, per poi arrivare a quelle persone che le staranno vicino, in modo permanente o anche solo per un attimo fuggente, per realizzare quello che si è proposta di fare. L’incontro effettivo con queste anime avverrà per step durante l’intero arco della vita e sempre quando ci si ritroverà in linea con i propri obiettivi animici.

Io stessa, finita al centro esatto della mia crisi più profonda, abbandonata ormai ogni vecchia speranza di risalita, mi posi più o meno consapevolmente sulla strada opposta a quella ostinatamente fin lì percorsa… e proprio in quel disarmante e meraviglioso giorno la mia anima mi fece incontrare il mio Angelo salvatore, la mia Guida e Maestro e da lì tutto semplicemente cambiò con l’energia di un fiume in piena.
Quell’incontro karmico fu da subito risolutivo, mi indicò la notte fonda e l’alba di un nuovo giorno e il mattino stesso di quella rinascita mi donò l’idea illuminante di creare questo blog.
Il viaggio dell’anima ha un suo preciso scopo e senso e questo blog non a caso rappresenta un portale attraverso cui, in un mondo che ormai gravita attorno al perno del web, poter incontrare anime affini quanto bisognose di risuonare vicendevolmente in modo pressoché necessario ritrovandosi infine dentro una casa di cui poter avere profondamente quanto inspiegabilmente bisogno di appartenere.

Gli incontri animici sono sempre particolarmente potenti, portano con sé un messaggio per noi fondamentale in grado di risvegliare l’anima e aiutarla a focalizzare l’obiettivo che si era preposta. Quando incontriamo queste anime affini, la nostra si rende subito conto che si tratta di un legame speciale, ci sono dei segnali inconfondibili in grado di sottolinearne e comprovarne la potenza. Innanzitutto quando si trascorre del tempo con il proprio gruppo d’anima non c’è bisogno neanche di parlarsi molto, perché la comunicazione avviene ad un livello più sottile, attraverso lo scambio di energia del cuore. Ogni membro di questo gruppo risuonerà con la stessa frequenza, ci si sentirà al sicuro, protetti. Chi conosce il proprio gruppo d’anima sa di non aver vissuto con esso solo questa vita, ma più di una. È come se ci si conoscesse da tempo e per questo motivo non ci si pone problemi ad essere spontanei, completamente spogliati davanti agli altri.
Un altro dato interessante per riconoscere il proprio gruppo animico risiede nella capacità di perdonare. Solitamente non è facile perdonare qualcuno che ci fa un torto ma questo non avviene per le anime con cui si è scelto di intraprendere il proprio cammino animico. Essendo collegati a un livello più sottile da una potente energia di amore, si comprende subito la motivazione che ha spinto l’altro a comportarsi in un determinato modo.
Fra anime compagne ci si specchia, ogni membro del gruppo d’anima specchia uno o più aspetti dell’altro. Il loro è un incontro che è stato deciso con molta attenzione per illuminare ancora di più gli aspetti in luce e contemporaneamente per far emergere quelli ancora in ombra gli uni agli altri. Spesso, ad aumentare questo “effetto specchio”, vi sono delle particolari coincidenze nelle vite delle anime compagne che hanno nel proprio vissuto aspetti simili che risuonano fra loro: hanno solitamente un passato, un’educazione e delle esperienze molto simili e il loro incontro avviene quando esse si trovano ad uno stesso livello di consapevolezza, derivato proprio dalle lezioni che la vita ha offerto loro.
Infine, le anime affini servono da “catalizzatori”. Proprio questo è il punto fondamentale che spinge l’anima di ognuno di noi a navigare per il mondo, più o meno consapevolmente, in cerca dei propri compagni. Mi spiego meglio. La maggior parte dei risvegli spirituali e delle rinascite individuali avvengono dopo una grande quantità di sofferenza. L’unione con queste anime, poiché amplifica la propria energia, permette di entrare in contatto con le ferite più profonde, avviando un più rapido processo di guarigione. Proprio la guarigione, infatti, è uno dei segni principali per comprendere se le persone che si hanno accanto sono quelle con cui l’anima ha deciso di evolvere e di compiere la propria missione.
Pensi di aver trovato la tua missione e le anime con cui portarla avanti? Forse… ora sì.

°anime compagne (4)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...